chimica
 
 » ARTICOLI
 » MEDICINA
 » URANIO IMPOVERITO
 » OZONO
 » AEREI IN VOLO
 » FULMINI
 » ICTUS
 » PARTO CESAREO
 » DIETA
 » BACI TERAPIA
 » USO COMPUTER
 » TRAUMI DA PARTO
 » SIMULAZIONI
 » ACIDO-BASE
 » BROWNIANI
 » EQUILIBRIO
 » SIMULATORE GAS
 » STUDIO GAS
 » CINETICA
 » NMR
 » SOLUZIONI
 » METEO

 



Fulmini

Come nasce un fulmine
All'inizio, nella fase di preparazione e di nascita del "leader", è invivibile; le cariche elettriche negative si accumulano e addensano nella parte bassa della nube, quando raggiungono un numero sufficiente per effetto dell'attrazione delle cariche povitive poste a terra, tentano di farsi strada nel mezzo (aria) e raggiungere attraverso un canale le cariche di segno opposto. Il leader, ancora invisibile, cerca in tutti i modi di raggiungere il suolo utilizzando un percorso che offra la minore resistenza alla sua propagazione (è di questa fase la peculiarità dell'emissione di radiazioni X con una intensità molto elevata). Mentre dall'alto succede tutto questo, una cosa analoga, ma con cariche opposte, succede al suolo (leader ascendente), quando i due leader (ascendente di carica positiva e discendente di carica negativa) si incontrano il circuito si chiude e nasce il fulmine così come siamo abituati a vederlo. Il fulmine consiste in una scarica elettrica molto intensa che dal cielo si riversa la suolo, le cariche si muovono ad elevata velocità (circa 100000 Km/secondo) con temperature (nel mezzo circostante) che possono raggiungere circa 40000 °C.

Deal Nazionale 468x60